Malattie

Il versamento pleurico (colloquialmente acqua nei polmoni) o ascite (colloquialmente liquido addominale, pancia d'acqua, idropisia addominale) è un sintomo di una grave malattia di fondo, che a sua volta può scatenare sintomi come mancanza di respiro, esaurimento, nausea, perdita di appetito, vomito e dolore.

Le effusioni possono verificarsi una sola volta o essere ricorrenti. A seconda della malattia sottostante e della frequenza di occorrenza, vengono scelti diversi approcci terapeutici.

Malattie

Il versamento pleurico (colloquialmente acqua nei polmoni) o ascite (colloquialmente liquido addominale, pancia d’acqua, idropisia addominale) è un sintomo di una grave malattia di fondo, che a sua volta può scatenare sintomi come mancanza di respiro, esaurimento, nausea, perdita di appetito, vomito e dolore.

Le effusioni possono verificarsi una sola volta o essere ricorrenti. A seconda della malattia sottostante e della frequenza di occorrenza, vengono scelti diversi approcci terapeutici.


Versamento pleurico


Cosa è un versamento pleurico?

Un versamento pleurico è un accumulo di liquido nella cavità toracica (il cosiddetto gap pleurico) che supera il livello normale. In una persona sana, ci sono alcuni millilitri di fluido nella fessura pleurica, che assicurano un movimento indolore di entrambi i fogli pleurici, la pleura e il polmone (la pleura parietalis e la pleura viscerales), simili a due lastre di vetro tra le quali c’è una pellicola di fluido.

In una persona che soffre di versamento pleurico, l’equilibrio dei fluidi è disturbato e si accumula un eccesso di fluido nello spazio pleurico tra la gabbia toracica e la pleura. Al di sopra di una certa quantità, il versamento ostacola la respirazione perché il polmone non può più espandersi completamente a causa del fluido.

Cosa causa un versamento pleurico?

Le malattie di base possono essere molteplici. In un lungo elenco di malattie, la causa più frequente di versamento pleurico è un tumore maligno (tumore maligno/carcinoma), polmonite (polmonite) o insufficienza cardiaca. Il carcinoma polmonare, seguito dal carcinoma mammario, è la causa più comune di un versamento pleurico maligno (causato da un tumore maligno).

Come si tratta un versamento?

Oltre al trattamento della malattia di base, il trattamento del versamento pleurico dipende in larga misura dal tipo di versamento. Se, nonostante la terapia farmacologica ottimale, nella fessura pleurica si raccoglie ancora molto fluido, si parla di un versamento pleurico ricorrente che è refrattario alla terapia.

Un versamento pleurico terapico-refrattario può essere trattato principalmente con punzioni pleuriche ripetute (toracocentesi) al fine di ridurre i sintomi causati dal versamento, come mancanza di respiro, stanchezza, nausea e dolore.

Per risparmiare alle persone colpite le ripetute punzioni in ospedale o in clinica, si possono prendere in considerazione le seguenti opzioni di trattamento alternative definitive.

Catetere tunnellizato permanente impiantabile:

Un catetere in silicone sottile e morbido può essere impiantato una volta, in anestesia locale, come procedura ambulatoriale o combinato con una breve degenza. Ciò consente alla persona colpita di drenare il fluido in casa secondo necessità, temporaneamente e in modo indipendente. Le punzioni ripetute in ospedale, in clinica o in ambulatorio non sono più necessarie dopo l’impianto e il disagio causato dall’accumulo di liquidi può essere meglio controllato. Inoltre, il drenaggio regolare del versamento pleurico può portare alla pleurodesi spontanea (adesione della lacuna pleurica).

Prestazioni della pleurodesi chimica:

In una pleurodesi chimica, un farmaco (ad esempio il talco) viene spruzzato nella fessura pleurica attraverso un catetere rigido in silicone. La sostanza chimica è destinata ad innescare una reazione infiammatoria, che porta ad un’incollatura delle foglie pleuriche (pleura e pleura polmonare), dopo di che l’acqua non può più accumularsi. Questa procedura può essere eseguita chirurgicamente in anestesia generale con toracoscopia video-assistita (VATS) o medicalmente con anestesia locale e sedazione. A seconda dello svolgimento della procedura, il paziente potrebbe dover essere ricoverato in ospedale per alcuni giorni. In alcuni casi, e a seconda della malattia di base, può anche essere raccomandato l’inserimento di un catetere drainova® o PleurX™.

Dal 2018, le società mediche Europee e Americane di chirurgia toracica e pneumologia raccomandano, l’impianto di un catetere pleurico tunnellizzato permanente per il drenaggio in caso di versamenti ricorrenti, dall’inizio fino alla fine per aumentare la possibilità di pleurodesi (adesione del gap pleurico).

Drenaggio di un versamento pleurico con un PleurX flacone di drenaggio (drenaggio dal vuoto)
Drenaggio di un versamento pleurico con un PleurX flacone di drenaggio (drenaggio dal vuoto)
Drenaggio di un versamento pleurico con un drainova® serbatoio a vuoto morbido
Drenaggio di un versamento pleurico con un drainova® serbatoio a vuoto morbido

Ascite


Cosa è un’ascite?

L’ascite è un accumulo di liquido in eccesso nella cavità addominale della cosiddetta cavità peritoneale, che supera il livello normale. La cavità peritoneale è rivestita da una pelle sierosa chiamata peritoneo. Questo peritoneo (pelle sierosa) è formato da due strati, le cosiddette foglie (peritoneo). Il peritoneo parentale si trova all’interno della parete addominale anteriore e posteriore e il peritoneo viscerale copre gli organi intra-addominali. In questa cavità peritoneale ci sono alcuni millilitri di liquido in una persona sana in modo che gli organi possano muoversi senza dolore.

Cosa causa un’ascite?

Le malattie di base possono essere molteplici. In un lungo elenco di malattie, la causa più frequente di ascite è un tumore maligno (tumore maligno/carcinoma), altre cause sono malattie del fegato in stadio avanzato (cirrosi epatica), insufficienza cardiaca o un’infiammazione intestinale.

Come viene trattata l'ascite?

Oltre al trattamento della malattia di base, il trattamento dell’ascite dipende in larga misura dal tipo di effusione. Se nella cavità peritoneale si accumula molto fluido nonostante la terapia farmacologica ottimale, si parla di ascite refrattaria e ricorrente.

Una terapia ascite refrattaria può essere trattata principalmente con punzioni ripetute di ascite (paracentesi) per ridurre i sintomi causati dal versamento, come mancanza di respiro, stanchezza, nausea, perdita di appetito, vomito e dolore.

Per risparmiare alle persone colpite le punzioni ricorrenti in ospedale o in clinica, si possono prendere in considerazione le seguenti opzioni terapeutiche alternative definitive.

Impianto di un catetere permanente tunnellizato

Un catetere in silicone sottile e morbido può essere impiantato una volta, con un anestetico locale, in ambulatorio o combinato con una breve degenza. Ciò consente alla persona colpita di drenare il fluido in casa secondo necessità, temporaneamente e in modo indipendente. Le punzioni ripetute in ospedale, in clinica o in ambulatorio non sono più necessarie dopo l’impianto e il disagio causato dall’accumulo di liquidi può essere meglio controllato.

Drenaggio dell'ascite con un sacchetto a caduta
Drenaggio dell'ascite con un sacchetto a caduta
Drenaggio dell'ascite con un drainova® serbatoio a vuoto morbido
Drenaggio dell'ascite con un drainova® serbatoio a vuoto morbido

Avete domande aperte?

Contattateci ora o trovate una selezione di domande frequenti qui.